barra navigazione


TESTO ALTERNATIVO TESTO ALTERNATIVO       TESTO ALTERNATIVO TESTO ALTERNATIVO     TESTO ALTERNATIVO

martedì 6 agosto 2013

Pixelated donut earrings - Orecchini con pendenti "donut" in pasta sintetica

Chi di voi lavora le paste sintetiche conoscerà sicuramente i lavori della bravissima polimerista tedesca Bettina Welker.
Chi invece ancora non li ha visti, o non ha questo hobby, deve assolutamente andare a visitare il suo sito web per farsi un'idea di cosa si può creare con le paste sintetiche con dedizione, creatività, inventiva, passione e un po' di attenzione al design.
Circa un annetto fa Bettina Welker pubblicò un tutorial semplice e gratuito per realizzare una cane sfumata dal sapore retrò, molto d'effetto: la Pixelated Retro Blend Cane.
Unico strumento indispensabile per la realizzazione è l'estrusore per paste sintetiche.
Dal momento che mia sorella e il suo ragazzo me ne hanno regalato uno piccolino in plastica per il compleanno, ho deciso di cominciare ad utilizzarlo proprio per sperimentare la cane di Bettina.

Considerazione #1: Comprare un estrusore metallico a vite (al posto di quello di plastica a siringa) è un buon investimento ed eviterà di far indolenzire le vostre mani e i vostri polsi inutilmente.
Considerazione #2:  Non potendo utilizzare adeguatamente il mio estrusore a siringa (vedi sopra), mi sono limitata a fare delle canes piccine,  quindi son venute meno sfumate di quella di Bettina Welker.

Con quel che ho ricavato ho creato queste donuts pixelate con cui ho creato degli orecchini e dei ciondoli che vi mostrerò in questi giorni.
Il procedimento è molto semplice e giocando con colori e forme si possono ottenere oggetti e bijoux molto carini, quindi non escludo di passare ad un estrusore metallicoper poter avere un risultato migliore.
A voi le foto e se avete voglia di sperimentare anche voi, ecco qui il tutorial!

(Click on image to enlarge)






2 commenti:

  1. Davvero belli, con queste geometrie anni Settanta! Complimenti!!! Prima o poi devo acquistarlo l'estrusore, grazie al tuo suggerimento vedrò di sceglierlo in metallo :)
    Non conoscevo Bettina Welker, ho visto ora alcuni suoi lavori davvero notevoli. Mannaggia, sapevo che avrei dovuto studiare il tedesco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tine!
      E' vero, la cane ricorda le fantasie in voga negli anni '70. Eppure, se si cercano in rete i lavori fatti questo tutorial, si trovano spesso bijoux molto moderni, proprio a testimonianza del fatto che la moda è un rinnovarsi di forme, motivi e colori.
      Oltre alla Welker, le brave polimeriste straniere sono tantissime, pensa che seguendone alcune ho imparato a decifrare perfino qualche parola in russo! Per il resto, santo Google Translate, che accorcia le distanze linguistiche seppur maccheronicamente!
      Provvedi all'equipaggiamento e poi sperimenta anche tu! :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...