barra navigazione


TESTO ALTERNATIVO TESTO ALTERNATIVO       TESTO ALTERNATIVO TESTO ALTERNATIVO     TESTO ALTERNATIVO

giovedì 1 gennaio 2009

Info e F.a.q.

Su di me...

Sono sempre stata una "crafter", una creativa, da che mi ricordi.
Da piccola amavo  i colori, gli album da colorare, la plastichina, i giocattoli da costruire, persino le costruzioni. Amavo le bambole solo per poter costruire loro le case, gli ambienti, creare i loro vestiti con carta stoffa e colla. Credo di aver provato gran parte degli hobbies creativi, non tutti mi sono riusciti bene o mi sono piaciuti davvero, ma sicuramente l'essermi cimentata in più attività ha  contribuito a rendere la mia mente "creativamente" più aperta.
A volte, mi succede di guardar qualcosa e di avere subito un'idea, una "visione"concreta di una creazione, di un oggetto, di un bijoux.  Il bello è che capita all'improvviso, così può capitare che la mia famiglia mi veda scappare all'improvviso da un lato all'altro della casa, agguantare il primo foglio bianco che mi viene sottomano e sarabocchiare una bozza del mio nuovo futuro progetto... Sono un po' strana!
Negli anni è rimasto immutato l'amore per il disegno, la pittura e la decorazione, mentra da 5 anni circa ho cominciato a sperimentare con le paste sintetiche, come conseguenza della lavorazione della pasta al sale e poi di quella di mais.
In più, un annetto fa mi è stata regalata una macchina da cucire...ma era ovvio che oltre ai soliti lavori di riparazione l'avrei testata anche per qualche lavoretto creativo!
Non so dire con esattezza qual è il mio preferito fra questi hobbies dal momento che vado un po'a periodi e tendo a portare frammenti di ognuno in ogni creazione. L'importante è, però, che continuino a darmi soddisfazione, che mi rilassino, che riescano ad esprimere la parte meno razionale di me... E fino ad ora è stato così!




Su ciò che creo...Domande e risposte!

Cos'è una "pasta polimerica/sintetica"?
Sono delle argille sintetiche, ovvero dei prodotti di sintesi, non naturali, malleabili, che possono essere modellati con facilità al pari delle argille naturali.
In commercio vi sono paste termo-indurenti, che si solidificano cuocendole, e altre che asciugano all'aria.
Le prime danno prodotti finiti leggeri, elastici ma molto resistenti, sia agli urti che all'umidità, le seconde danno prodotti di consistenza pù leggera, friabile e spesso meno resistenti sia  all'acqua che agli urti.

Da quanto lavori le paste modellabili?
Lavoro con le paste modellabili da circa 20 anni.
Prima usavo le paste cellulosiche (Das e simili), poi son passata alla pasta al sale e a quella di mais, che apprezzo per la versatilità, per il suo effetto finale e per la sua durevolezza.
Da 5 anni lavoro le paste sintetiche, ho provato più marche, per testare i risultati diversi che si possono ottenere grazie alle loro piccole variazioni di composizione chimica. 


Quali paste modellabili utilizzi per le tue creazioni?
Utilizzo di volta in volta quella che si avvicina, per scopo e/o funzione dell'oggetto finito, alle mie esigenze.
Ad es. per i bijoux o le perle handmade preferisco le paste sintetiche (o polimeriche) termoindurenti, da cuocere cioè in forno. Sono facili da modellare, presenti in commercio già colorate e pronte da usare e mischiare fra di loro per ottenere nuove gamme di colori.
Uso prevalentemente Fimo Soft, Premo o Cernit.
Le tecniche di utilizzo, oltre al modellato, sono tantissime e questo rende più facile la creazione di bijoux o accessori (ma anche oggetti) in stili diversi e adatti a più fasce d'età.
Inoltre gli oggetti finiti sono molto resistenti se vengono cotti e rifiniti bene e se viene prestata cura nella loro corservazione.
Per l'oggettistica utilizzo preferifibilmentele paste sintetiche o la pasta al mais, quest'ultima soprattutto per realizzare composizioni floreali o piccole decorazioni per torte, per bambini e battesimi.
Per chiarezza, in questo sito, sotto ogni foto, c' è una breve nota "tecnica" con la descrizione dei materiali usati.

Usi stampi per le tue creazioni?
I genere nessuna delle mie creazioni è fatta con stampi, formine e/o tagliapasta! Ma non ho nulla in contrario al loro utilizzo e nel qual caso non avrei problemi a dirlo. Infatti quando utilizzo le texture per imprimere degli effetti particolari alle paste modellabili nella descrizione inserisco la scritta "texturizzato".

Ho provato ad usare le paste modellabili ma i tuoi oggetti sembrano fatti di un materiale diverso dai miei, perchè?
Non c'è una sola risposta...Anche io a volte me lo chiedo guardando i lavori di alcune bravissime polimeriste. L'unica certa è che lavoriamo in maniera diversa, utilizzando metodi diversi e soprattutto con istinto creativo diverso, il che rende il prodotto finale unico.
Io non ho segreti da condividere, se non quello che l'esperienza con le paste modellabili la si fa sul campo, sbagliando e imparando.
E' utile seguire i consigli di base che si trovano facilmente anche su internet, dal condizionamento della pasta (per favorire i processi chimici di indurimento durante la cottura e quindi avere una migliore resistenza del prodotto finito) al leaching (per togliere l'eccesso di ammorbidenti e oli della pasta) alle temperature e ai tempi di cottura ottimali.
E' importante confrontarsi con chi ne sa di più tramite i forum del settore, leggere i tutorial disponibili in rete e sperimentare, sperimentare, sperimentare finchè il nostro risultato ci soddisfa.
In fondo è come avere una tavolozza bianca e dei colori, chiunque li può utilizzare ma i risultati sono sempre unici e personali.


Devo usare degli accorgimenti per la conservazione, l'utilizzo e/o il mantenimento dei bijoux in pasta sintetica?
Si! Come ogni cosa i bijoux in pasta sintetica hanno bisogno di alcune cure, semplici, minime, per manenerli nel loro stato originale.
E' importante ricordare che sono costituiti da materiale sintetico, plastico. Quindi:
  1. Evitare di metterli a contatto con fiamme libere o esporli al calore diretto.
  2. Evitare il contatto diretto con alcool, acetone, profumi e solventi/detersivi aggressivi che possono modificare la composizione chimica e modificare l'aspetto e la resistenza del prodotto finito.
  3. Non temono l'umidità, ma per mantenere i bijoux nelle condizioni ottimali (anche nelle parti metalliche) è meglio non indossarli mentre si fa il bagno, la doccia, al mare o mentre si lavano piatti/vestiti/pavimenti ecc.
  4. I bijoux possono essere costituiti da piccoli pezzi, per cui non vanno lasciati alla portata di bambini o animali che possono ingerirli.
  5. Ultimo, ma non ultimo in ordine di importanza: il materiale plastico di cui sono costituiti è molto resistente e flessibile, ma non indistruttibile! Se pieghi eccessivamente l'oggetto, se lo lanci in malo modo, se ti ci siedi sopra, rischi di romperlo!  Insomma, puoi tranquillamente fare il tuo Crash Test se vuoi testare il prodotto, ma in questo caso non tornare da me con delle lamentele: capirò subito se l'oggetto è stato danneggiato per incuria...
Dove posso acquistare i tuoi oggettini?
Mi puoi trovare occasionalmente nelle fiere o nei mercatini hobbistici organizzati nella mia città.
Gli eventi non sono moltissimi, ma quando capita avviso sempre qui sul web o su FB dando dettagli, luoghi e orari, così che chiunque lo desideri possa venire a trovarmi.
In più, col rinnovo del blog, ho deciso di inserire il link ad uno shop su Etsy, uno dei siti e-commerce più conosciuti in campo internazionale e dedicato all'handmade. Lì metterò in vendita alcuni dei miei oggetti.
Se hai visto qualcosa sul blog o sulla pagina FB che non trovi ai mercatini, o sulla mia pagina Etsy, e vuoi saperne di più, contattami tramite mail e ti risponderò nel più breve tempo possibile.

Accetti commissioni? Posso chiederti di creare un oggetto personalizzato? Puoi creare di nuovo un oggetto che ho visto tempo fa sul blog e che non trovo più?
Sì e no... Nel senso che creo per hobby, per passione, e non voglio che questo possa in qualche modo togliere spazio alla mia vita privata e/o lavorativa. Tra l'altro, in genere, per i bijoux, creo oggetti unici, diversi di volta in volta, secondo l'idea e l'estro del momento, raramente creo delle repliche.
Per la piccola oggettistica, per la decorazione in pittura o per nascita, battesimo, cerimonia, è più facile che accetti delle commissioni.
Invece per gli accessori in stoffa, come le borse ad es., è difficile che replichi il soggetto utilizzando uguali fantasie. Il motivo è che uso prevalentemente ultimi pezzi di scampoli di negozio, non sufficienti per la vendita al pubblico. Quindi il pezzo è spesso assolutamente unico nel suo genere.
Quindi contattami tranquillamente per chiedermi info, se il mio tempo e i miei impegni lo permettono e il soggetto lo consente sarò felice di accontentarti. Idem per le personalizzazioni.
In genere, però, sotto ogni foto delle mie creazioni, aggiungo qualche parola in proposito: "Replicabile"- "Non replicabile" - "Personalizzabile" - "Personalizzabile per forma/colore/dimensioni" - ecc. così che si possa già avere un'idea.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...